Banda Riciclante

Alle scuole offriamo in un pacchetto formativo che comprende diversi incontri/laboratori di 2/3 ore ciascuno. Gli insegnanti possono scegliere a quali tra i diversi laboratori proposti far partecipare le loro classi e contribuiscono alla definizione dei particolari e delle tempistiche dell’esperienza formativa.

La realizzazione del progetto in ciascuna scuola prevede il lavoro di uno o due form-attori per ogni laboratorio e di almeno tre form-attori per le animazioni teatrali.

Proponiamo in genere di concludere il percorso formativo con un evento festoso a cui sono chiamate a partecipare anche le famiglie che chiamiamo Parata Riciclante.

ecologia urbana - laboratori outdoor

Prendersi cura degli spazi pubblici e curare l’ambiente

In città. Gli studenti e gli insegnanti vengono coinvolti nella progettazione e nella realizzazione pratica di un orto, verticale o tradizionale, e di un’istallazione di arredo urbano realizzata con materiali di scarto, in un’area interna alla scuola o un’area pubblica nelle vicinanze, scelta assieme agli insegnanti. Vengono insegnate ai ragazzi basilari tecniche di coltivazione con l’obiettivo di renderli autonomi nella cura di questo orto condiviso.

In spiaggia o sulle rive di un fiume, insieme ai ragazzi vengono realizzate delle installazioni artistiche con materiali di scarto e rifiuti raccolti direttamente sul luogo. A precedere la realizzazione di ogni installazione è infatti è la pulizia della spiaggia ad opera degli stessi ragazzi guidati  dai formatori del Teatro dei Mignoli che insegnano loro a distinguere i diversi materiali e il potenziale rischio che possono avere per l’ecosistema marino una volta giunti sui fondali.

Con questo laboratorio i ragazzi fanno esperienza del recupero di un’area abbandonata, della sua valorizzazione e della cura costante che essa richiede, nell’ ottica della riappropriazione degli spazi comuni e dello sviluppo del senso civico.

2_riciclare_divertendosi.jpg

Macchine Riciclanti

Vedere in azione le speciali macchine per il riciclo della plastica

Dopo un’introduzione storica sulla nascita della plastica e un’introduzione tecnica sui vari tipi di plastica esistenti per imparare a distinguerli, si da la possibilità ai ragazzi di vedere in azione le nostre speciali macchine didattiche per il riciclo della plastica e assistere alla nascita di nuovi oggetti in plastica riciclata a partire da tappi o flaconi altrimenti destinati al cassonetto.

Si pone attenzione al problema dell’eccessiva produzione della plastica monouso.

Vengono illustrati i difficili processi di riciclo del PET, del polietilene e del polipropilene, attraverso lo shreddrer, la macchina che trita la plastica, e l’extrusion la macchina che fonde la plastica per poter creare nuovi oggetti.

macchine.jpg

Riciclo creativo

Ridare una seconda vita ai materiali di scarto

Si chiede ai ragazzi di mettere in campo manualità e creatività in modo ludico, usando una conoscenza di base dei materiali che quotidianamente usiamo e buttiamo (plastica, carta, tetrapack, alluminio, ecc.), ridando loro una seconda vita. Attraverso un percorso di esplorazione dei materiali che provengono dai nostri rifiuti, si propone ai ragazzi un processo di recupero creativo dei materiali che normalmente vengono scartati e “disprezzati” dal ciclo dei consumi e da quello industriale.

Questo percorso permette sia di riflettere sull’importante tema del riuso dei materiali, sia di rivalutare pedagogicamente il concetto di “errore” e di “scarto”. In questo modo i partecipanti familiarizzano con materie il cui ciclo vitale è completamente sconosciuto (comprendendo che sono tante le cose di cui non conosciamo l’origine ma si presentano nella nostra vita come prodotti già compiuti e da consumare) e osservano con occhi nuovi oggetti quotidiani destinati a diventare rifiuti.

Ciascun ragazzo sarà così autore di armature colorate, copricapi fantasiosi, giochi e originali accessori.

1_educzione_riciclo.jpg

Musica

L’altro lato sonoro degli oggetti

Si propone un approccio alla musica e alla scoperta del suono attraverso l’uso “allargato” degli strumenti a percussione.

La pratica di questi strumenti è fortemente istintiva e catartica e permette ai partecipanti di ogni età un approccio ludico molto efficace, anche per coloro che non possiedono una tecnica sui vari strumenti. Vengono utilizzati strumenti tradizionali, di diversa provenienza etnica, insieme ad oggetti provenienti dal riciclo creativo. Quando è possibile il laboratorio può comprendere anche la costruzione di alcuni strumenti con materiali di scarto.

L’uso di tecniche di improvvisazione collettiva permette di far sperimentare ai ragazzi un lavoro di “gruppo”, una performance in cui il risultato finale deriva dal coordinamento con gli altri compagni.

tamburo.jpg

Teatro

Giocare insieme a costruire un alter-ego eco-sostenibile

Si propone un assaggio delle forme espressive del Teatro tramite giochi di gruppo e singoli, improvvisazioni e coreografie, per favorire lo sviluppo della capacità immaginativa e delle capacità relazionali di ciascuno.

Lavorando quindi sul gruppo e allo stesso tempo sul singolo, con l’uso della musica e del silenzio, del movimento e della fissità, si gioca a costruire un alter ego eco-sostenibile in grado non solo di lanciare un messaggio positivo per l’ambiente, ma anche di trasmettere un’emozione per se stesso e per chi lo osserva, con empatia. Durante il laboratorio, i ragazzi andranno a delineare tipologie di caratteri, mimica, espressioni del corpo e della voce che possano connotare gruppi di lavoro nei quali i partecipanti possano sentirsi liberi di esprimere e di drammatizzare i personaggi fantastici.

 

4_eventi_Scuole.png

Parata Riciclante

Una festa per grandi e piccini

Una passeggiata/parata per le vie intorno alla scuola o di una festa all’interno dell’istituto, con momenti di restituzione dei ragazzi che vengono chiamati a mostrare gli oggetti realizzati e a eseguire le improvvisazioni musicali e teatrali preparate durante i laboratori.

Ad animare l’evento e a giudare i ragazzi sono sempre i form-attori che per l’occasione indossano dei costumi realizzati dall’artista Raffaello Ugo sul modello dei costumi dei personaggi del fumetto “Banda Riciclante”.

Non si tratta solo di un saggio finale di ciò che i ragazzi hanno realizzato ma di un’occasione di divertimento e condivisione in cui i ragazzi si fanno portatori di un messaggio di sensibilizzazione civica e ambientale verso i più grandi, attraverso il teatro, l’arte, la musica e il gioco.

3_parata.jpg

Ai 300 Scalini

Attività creative e attività e di cura del verde nel nostro spazio in collina

La sede operativa del Teatro dei Mignoli, Ai 300 scalini (in via di Casaglia 37, adiacente al Parco San Pellegrino) frutto del lavoro dei soci volontari iniziato dal 2014, può contare da quest’anno di due nuovi spazi didattici.

L’Officina Riciclante è uno spazio coperto che ospita corsi e laboratori formativi per grandi e piccini, sul tema dell’Ecologia e del Riciclo. Può essere uno spazio creativo alternativo alle aule scolastiche per i laboratori di Riciclo e Macchine oltre che uno spazio a disposizione per ospitare, in caso di pioggia, i laboratori pensati per svolgersi all’aperto.

Il Vivaietto insieme agli orti didattici e alla vigna secolare è il posto ideale per far appassionare gli studenti alla coltivazione e di conseguenza alla cura dell’ambiente sin da bambini

Ecco due dei laboratori specifici che proponiamo in questi spazi in collina

Incontri di giardinaggio pratico e teorico nel giardino didattico dei 300 scalini. Durante questi incontri vengono svolte pratiche di giardinaggio basilari e approfonditi temi del settore.

Teoria: come funziona una pianta, come si riproduce, quale influenza ha l’ambiente sui processi di crescita; la storia della vigna, la conoscenza delle erbe vagabonde, delle piante trasformabili con cui abbiamo a che fare nella nostra quotidianità (grano, orzo, lino, mais) e delle aromatiche/officinali; approfondire la storia e il viaggio di alcune piante.

Pratica: seminare, diserbare – e quindi riconoscere gli intrusi – pacciamare, annaffiare, ripulire dal secco, fare il compost, rinvasare.

Preparare il pane per i bambini è un’esperienza entusiasmante, ma farlo cuocere in un forno costruito in terra cruda lo rende un’esperienza ancora più speciale e didatticamente significativa.
In questo percorso laboratoriale i bambini provano i processi di panificazione e lievitazione, osservano il funzionamento del forno alimentato a legna e, come piccoli esploratori, scoprono la storia del pane e dei primi forni costruiti migliaia di anni fa.

Nella pratica poi, impastiamo, ci divertiamo e mangiamo!

ai300-scalini.jpg

Creatività

Accrescere competenze cognitive e relazionali, allenare al pensiero creativo e innovativo

Ambiente

Sviluppare senso di appartenenza e cura del proprio territorio

Valorizzazione

Valorizzare l'agency dei bambini e dei ragazzi attraverso laboratori!

Divertimento

Creare un evento, una festa, per coinvolgere la comunità: cittadini e alunni insieme!